Archivi categoria: Serramenti e recinzioni

Pittura HACCP

Ci capitano molto spesso clienti intenti a rinnovare, ristrutturare o costruire ambienti dedicati al pubblico e, in maniera più specifica, laboratori o cucine che devono sottostare a rigide e giuste regole imposte dall’ ASL  per trasformare ambienti poco sterili  in ambienti in cui vengono prodotti, trasformati e distribuiti gli alimenti e che quindi devono rispettare specifici requisiti igienici. 

Allo stesso modo anche le pitture di questi locali devono garantire la sicurezza e la salubrità dei cibi preparati. A garanzia della conformità delle superfici, esiste il Regolamento CE 852/2004 che definisce il protocollo HACCP per prevenire le possibili contaminazioni degli alimenti.

Cos’è l’HACCP e come va rispettato  —> Qui trovate il pdf del ministero della salute

HACCP è acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Points, un sistema di autocontrollo igienico degli operatori nel settore alimentare e della produzione che è stato introdotto in Europa nel 1993 con la direttiva 43/93/CEE. In Italia è stata adottata con il decreto legislativo DLgs 155/97 che impone l’applicazione a tutti gli operatori del settore alimentare. La normativa è poi stata sostituita dal Regolamento CE 852/2004, attualmente adottato. HACCP è un protocollo di prevenzione per l’insorgere di problemi igienici e sanitari che ha lo scopo principale di tutelare la salute dei consumatori. (fonte: Caparol Media )

Come dice il Ministero della salute GOV,

il protocollo HACCP deve essere applicato in tutti i luoghi in cui vengono maneggiati gli alimenti: dalla loro produzione alla trasformazione, fino alla distribuzione.

Qui di seguito le regole da seguire per rendere un ambiente il più sterile a livello HACCP possibile. Ciò comprende non solo le pareti e il rifacimento del pavimento, ma anche l’adeguata possibilità di ricambio d’aria o le strutture igieniche adatte per il personale. Più nello specifico:

  •  1) Pavimenti trattati con materiale lavabile idoneo per ambienti destinati allo stoccaggio di prodotti alimentari;
  • 2) Raccordi pavimento/pareti facilmente pulibili e lavabili per evitare ristagni di sporco;
  • 3) Pareti e soffitti realizzati con materiali durevoli, facilmente pulibili e adatti alle condizioni operative dell’area; 
  • 4) Adeguata possibilità di ricambio d’aria naturale o trattata;
  • 5) Illuminazione conforme alle esigenze di un corretto svolgimento delle operazioni coinvolte e delle attività di ispezione;
  • 6) Apparecchi illuminanti con bulbi adeguatamente protetti, ove necessario, per evitare contaminazioni in caso di rottura degli stessi;
  • 7) Adeguate strutture igieniche per il personale, collocate in prossimità ma non comunicanti direttamente con i locali di deposito, dotate dei servizi sanitari previsti (lavabi, docce a norma, ecc)

 

Nell’apertura di un locale di tipologia sensibile come bar, paninoteche, ristoranti, pub, trattorie, pizzerie, mense, negozi, magazzini, spacci, caseifici, birrerie e affini, è necessario essere seguiti da personale competente in materia HACCP che fornisca tutto il necessario per garantire il massimo rispetto della legge. Per questo motivo ti seguiamo in ogni punto della tua ristrutturazione: dal pavimento ai sanitari, dalla pittura agli infissi.

 

sostenibilità

Sostenibilità: ci aiuta a risparmiare

sostenibilità

Le bollette sono sempre più care, ed è sempre più facile che, per “risparmiare”, non si acquistino nuovi elettrodomestici, nuovi tipi di riscaldamento o non si facciano ristrutturazioni che sembrano facoltative e che invece aiuterebbero a spendere meno.

Insomma: è un cane che si morde la coda!

Sostenibilità significa anche:

Ridurre i consumi energetici per contenere le emissioni inquinanti; nonostante sia necessario un investimento iniziale, questo si traduce, nel tempo, in un risparmio economico sulle bollette e nella salvaguardia dell’ambiente.

Buone pratiche e investimenti necessari aiutano l’abbassamento delle bollette (non in maniera eccessiva d’impatto ma sicuramente duratura nel tempo).

Queste buone norme di sostenibilità non sono necessarie soltanto per la costruzione di una nuova abitazione, ma anche procedendo alla ristrutturazione di quelle più datate, interessando quindi tutti in vista di un cambiamento nello stile di vita quotidiano; una sorta di ecologia domestica per mantenere o migliorare la qualità di vita, potendo agire sulle quantità di energia che si consumano.

Certo non tutte le modalità di cambiamento possono essere attuate, ma possiamo comunque trovare la soluzione. Vi facciamo un esempio:

“Cosa fare se si abita in un appartamento che fa parte di un condominio in città e non si ha un tetto per metterci i pannelli solari, o un terreno per usare la geotermia? Se in un palazzo d’epoca la facciata non permette il ricorso al cappotto esterno, si può considerare che fino alla ricostruzione del dopoguerra, ossia fino agli anni ’40, le costruzioni venivano fatte con solide murature, e si può intervenire dall’interno, integrando il grado di isolamento, oppure si può agire sugli infissi sostituendo i vetri delle finestre con vetrocamere, o si può agire sull’efficienza degli impianti” [fonte: rifare casa]

Quindi cerchiamo di trovare soluzioni “comode” e che permettano ad ogni tipologia di abitazione una possibile soluzione per andare incontro alla sostenibilità, e che riescano a far costruire una casa nuova secondo tutte le norme necessarie.

Soluzione migliore: costruire una casa nuova a contatto con il verde

Sicuramente a livello di sostenibilità è la scelta migliore che si possa fare, anche se parliamo di case ancora in fase di progettazione; ciò consentirebbe infatti di studiare la posizione ottimale e l’orientamento giusto per fare attenzione all’andamento del terreno. 

Questo è il primo passo per la costruzione di una casa 100% sostenibile che consente di applicare le tecniche di produzione di energia da fonti rinnovabili. 

Su questi principi sono nate le tecnologie applicate alle case passive, con un altissimo grado di isolamento termico delle pareti perimetrali opache e trasparenti, nonché delle coperture; ciò consente di minimizzare il fabbisogno di energia (per riscaldare, raffrescare e illuminare) di tutti gli impianti che possono essere alimentati da fonti rinnovabili (sole, vento, acqua) ricorrendo a sistemi solari termici, fotovoltaici e geotermici.

Per chi ha già un’abitazione:

Parliamo per chi ha a disposizione spazio e vive in una condizione di proprietà non condominiale: sfruttamento della geotermia e la fitodepurazione per riutilizzare le acque e e risparmiare sull’irrigazione e su tutti gli usi in cui non occorre acqua potabile, come per lo scarico del wc o per lavare la macchina.

Per chi ha a disposizione un grande spazio esterno l’ideale sarebbe inserire alberi a foglia caduca, per ombreggiare in estate i lati della casa in cui è più forte la radiazione solare e permettere in inverno ai raggi del sole di entrare attraverso le superfici vetrate sfruttando l’apporto gratuito di energia termica dato dall’effetto serra. I sempreverdi possono invece proteggere la casa dai venti sul lato settentrionale ed attenuare il rumore proveniente dalla strada.

pannelli solari

Ma il punto fondamentale della sostenibilità in caso di casa (cit) è provvedere all’isolamento termico: Col sistema detto a cappotto si realizza una coibentazione esterna dei muri perimetrali, aggiungendo gli spessori adeguati di materiale isolante alle pareti e completando il lavoro con la tipologia di finitura adeguata al contesto, tipo intonaco da tinteggiare, oppure con rivestimenti in pannelli che possono essere di legno, di materiale lapideo o di laterizio.

L’aumento di spessore delle pareti comporta una variazione alle dimensioni del perimetro dell’edificio e di conseguenza alla sua sagoma, ma fortunatamente la necessità di adeguare i parametri edilizi ai fini del contenimento energetico ha portato alla modifica di molti regolamenti edilizi locali, per cui detto aumento non viene conteggiato come aumento volumetrico.

Se la normativa lo consente, e se c’è la possibilità di usufruire di incentivi per integrare l’investimento, si può prendere in considerazione un tipo di facciata che si basa sul principio della parete ventilata.

Questo sistema sfrutta il moto convettivo dell’aria che circola nell’intercapedine fra parete solida coibentata e rivestimento esterno per migliorare la prestazione climatica nel periodo estivo. Raggiunte le condizioni migliori di isolamento dell’involucro si può passare all’ottimizzazione degli impianti e alla scelta del tipo più idoneo di generatore di calore.

Queste sono le possibilità che si hanno su una casa di nuova costruzione ed è quindi consigliato prevedere un piano di sostenibilità ambientale nel progetto iniziale.

La prossima settimana vedremo come intervenire nel caso non aveste la possibilità di sfruttare molto terreno o nel caso di condomìni e condòmini.

Nel frattempo se progettare una casa sostenibile non è nelle vostre corde, potete sempre rivolgervi nel nostro puntato vendita. Sapremo consigliarti il metodo più efficace per farvi risparmiar in campo ambientale e di sostenibilità.

Se avete delle domande scriveteci sui nostri social!

Qui trovate la nostra pagina!

 

Un render per scoprire la tua nuova casa

Capita sempre, ogni volta che si vuole ristrutturare casa e scegliere i materiali si ha sempre il dubbio di come potrà essere il risultato finale. Molte volte non riusciamo ad immaginarci come staranno le nuove piastrelle nella nostra cucina o come appariranno i mobili nel nostro nuovo bagno, la risposta è: un RENDER!

Per questo motivo noi di Sacchi Vittorino utilizziamo questo software, per farti immergere nel mondo, anzi nel nuovo mondo, di casa tua.

Grazie alle tecniche di modellazione 3d e di aggiornamenti continui sui materiali e sui loro utilizzi, sapremo darti un’anteprima delle tue nuove stanze con un render che potrai portarti a casa.

Pare un sogno ma non lo è, dobbiamo dire grazie a Domus3D software di ambientazione dedicato alla progettazione architettonica, render e alle soluzioni d’arredo, che ribadisce quanto può essere agevole l’utilizzo di questo programma:

“I vantaggi sono molteplici: agevola il cliente nella visione finale della soluzione coinvolgendolo nella scelta dei prodotti, riduce l’indecisione rendendo l’acquisto più consapevole e di maggiore soddisfazione, eleva la percezione di professionalità del venditore e del servizio fornito dal punto vendita, elimina i problemi tipici del disegno a mano libera, facilita l’individuazione della soluzione di progetto e, infine, grazie alle stampe tecniche, riduce il rischio d’errore nel lavoro di posa in opera. Posso poi sempre proporre al nuovo cliente soluzioni già sviluppate in passato potendo riprendere, duplicare e modificare velocemente progetti realizzati in precedenza”

Potrai quindi scoprire insieme a noi soluzioni da cui prendere spunto, oppure iniziare un percorso che ti guiderà nella scelta dei materiali finali. 

Dopo poche ore di lavorazione direttamente con un nostro venditore, potrai portarti a casa il render della tua nuova casa.

Vieni a scoprire come può essere utile e divertente trovare la piastrella, il sanitario o il mobile giusto per casa tua!

render 3d

cessione del credito 2019

Cessione del credito 2019

cessione del credito 2019
Cosa dice il decreto

In materia di cessione del credito, Il Decreto Crescita 2019, pubblicato sul supplemento ordinario 2019 n.26/L alla Gazzetta Ufficiale n.151 del 29 Giugno 2019 che potete consultare qui, ha come obiettivo quello di stimolare la ripresa economica del paese attraverso una serie di incentivi e agevolazioni, tra cui appunto le semplificazioni Ecobonus 2019.

Questo decreto prevede la possibilità di beneficiare di un sconto immediato sugli investimenti effettuati su prodotti volti a migliorare l’efficienza energetica degli edifici, come ad esempio la sostituzione di vecchi serramenti con infissi di ultima generazione.

Sfruttando questa possibilità di cessione del credito, potreste ristrutturare gli infissi dei vostri immobili installando finestre di qualità beneficiando di uno sconto in fattura sul prezzo finale del 50% applicato dal venditore, che lo recupererà poi con il credito d’imposta in cinque anni in rate di pari importo.

Perché scegliere infissi a risparmio energetico?

Scegliere di installare nuovi serramenti nella propria casa usufruendo della cessione del credito non è solo vantaggioso dal punto di vista economico, ma anche da un punto di vista funzionale.

Coloro che sfrutteranno la possibilità di ristrutturare gli infissi di casa ha inoltre un grande vantaggio in fatto di risparmio energetico, con il conseguente abbassamento delle bollette energetiche. Questo può avvenire al 100% se si installano infissi di qualità (da noi trovate il meglio FOSSATI) e si decide di isolare l’intera abitazione mettendo in sicurezza il risparmio di casa.

Ti aspettiamo in punto vendita per approfondire il discorso cessione del credito e per vedere insieme la tipologia di infissi migliori per la tua casa!

Finestre Velux

 

 

Velux porta luce dove non c’è, creando nuovi spazi di confort e abitabilità.

L’azienda Velux lavora da oltre 70 anni per permettervi di mantenere innovativi e confortevoli i vostri immobili;

L’azienda nasce nel 1941 dall’idea di Villum Kann Rasmussen che si pose l’obiettivo di migliorare le condizioni abitative del sottotetto fornendo luce naturale e ventilazione. Nasce così un serramento con le caratteristiche della migliore finestra verticale ma con prestazioni superiori che combattono ogni giorno contro le precipitazioni atmosferiche. I prodotti che offre questa azienda sono facili da installare, durevoli e versatili con la possibilità di adattarsi ad ogni ambiente.

VELUX INTEGRA è una famiglia di prodotti solari ed elettrici programmabili con pochi e semplici gesti che vi permetteranno di svegliarvi con la luce del sole; di proteggere la vostra mansarda nelle ore più calde o di lasciar entrare l’aria nelle ore più fresche perché dotato di 8 programmi predefiniti e subito utilizzabili.

L’importanza della ventilazione è nelle principali preoccupazioni di Velux. Nelle nostre attività quotidiane, dal semplice respirare al cucinare o lavarci, generiamo umidità e abbiamo bisogno di ovviare a questo problema: ecco perché Velux introduce nei suoi prodotti una barra di manovra e di ventilazione che consente un ricambio completo di aria anche a finestra chiusa e con qualsiasi condizione climatica esterna grazie ad un semplice movimento.

E la comodità di pulizia? Se pensate che queste finestre siano impossibili da pulire vi sbagliate: In alcuni modelli di finestre VELUX il vetro esterno è dotato di un particolare trattamento che permette allo sporco di scivolare, per effetto dell’azione combinata del sole e della pioggia e questo vi permetterà di non pensare più alla polvere o alle macchie che di solito si formano dopo un’acquazzone!

Le finestre VELUX vengono sottoposte a severi test che provano:  resistenza del vetro agli urti e agli impatti violenti; impermeabilità a pioggia e vento, simulando situazioni atmosferiche più estreme; test meccanici e di resistenza, su tutti i prodotti, che simulano l’utilizzo continuativo delle finestre negli anni.

Prima di scegliere una finestra VELUX è importante definire la funzione che dovrà avere e valutare l’ambiente in cui verrà posizionata. Ricordate che le finestre devono rispondere alle vostre esigenze per poter essere manovrate con facilità. Il nostro tecnico conosce ogni sfumatura dei prodotti proposti e vi aiuterà in questa scelta.

SCEGLI LA COMBINAZIONE DI FINESTRE PIU’ ADATTA ALLA TUA CASA:

-CLASSICA

-CON ELEMENTO VERTICALE

-BALCONATA

-CHIUSURA TERRAZZI E BALCONI

Non vogliamo dimenticare l’estetica neanche dopo tutta questa qualità e dotazione e quindi vi sveliamo che VELUX ha pensato a materiali di alta qualità e di diverse finiture per adattarsi a qualsiasi tipo di ambiente, di esigenza e di coperture. Internamente possono essere in legno o in legno con finitura bianca, mentre esternamente possono essere in alluminio, rame, in zinco al titanio o di un colore a scelta personalizzabile.

Ma non è finita qui: le finestre VELUX, come abbiamo già detto, possono essere personalizzate (modificare) anche all’interno scegliendo tra una vasta gamma di

-TENDE ESTERNE PARASOLE

-TAPPARELLE

-TENDE PROTEGGI E OSCURA

-TENDE FILTRANTI A PACCHETTO

-TENDE PROTEGGI E FILTRA

-TENDE ALLA VENEZIANA

-ZANZARIERE

E tante altre soluzioni. Vieni a scoprirle tutte!

 

  • Detrazione sulla sostituzione della vecchia finestra ed eventuale tapparella o tenda VELUX: clicca qui

  • Detrazione sull’installazione di tapparelle e/o tende esterne e interne VELUX: clicca qui

Per saperne di più consulta il sito VELUX e cossi da noi per acquistare il tuo modello e usufruire delle detrazioni fiscali!